Sto nel verone tuo…

Sto nel tuo verone tuo... La notte e chiara.
Su di me rami d'alberi si sporgon,
Gran rami in fiori d'ombra mi avvolgon,
Il vento scuote gli alberi nel prato.

Ma per la tua finestra sto mirando
Come tu scruti il lume con lo sguardo.
Ti sei stancata, con la fine mano
Sciogliendo in onda d'oro le tue chiome.

Le hai gettate su omeri di nave,
Sognando slacci il tuo camicino,
Ti levi piano e soffi sul lumino...

Tra rami su di me fremon le stelle,
Nel buio il mio sguardo si annulla,
E accanto batte ai vetri triste luna.
 

(Geo Vasile) 
*
Transcribed by Oana Iliescu
School No. 10, Focsani, Romania
*
Home | Italian.