Così soave ...

Così soave rassomigli
Il bianco fiore del ciliegio,
E angelo, tu, fra la gente,
Incontro alla mia vita sorgi.

Appena sfiori il tappeto
La seta suona quando muovi,
E dalla testa fino ai piedi,
Leggera come sogno voli.

 
Di tra le pieghe del vestito
A mo' di fermo marmo spicchi,
Mi pende l'anima ai tuoi occhi
Di lacrime a sorte ricchi. 
 
Oh, vago sogno di amore,
Soave sposa delle fiabe,
Piu non sorrider! Il sorriso
Mi svela quanto tu sei dolce

E puoi col fascino notturno
Per sempre gli occhi abbuiarmi,
Con caldi sussurri di labbra,
Con fredde braccia ad abbracciarmi.

Di colpo affiora un pensiero -
Un velo sui tuoi occhi in fiamme:
C'è il cuposcuro abbandono,
C'è l'ombra delle dolci brame.

Te'n vai ed io ho ben capito
Di non tener dietro al tuo passo,
Per me perduta in eterno,
Della mia anima, tu sposa !
 
A me la colpa vista averti,
E mai me la perdonerò,
L'azzurro sogno sconterò,
La destra sporta nei deserti.

E a me risorgerai, icona
Della per sempre Immacolata,
Sulla tua fronte la corona -
Dove te'n vai? Quando verrai?
 

(Geo Vasile) 
*
Transcribed by Maria Cuconoiu
School No. 10, Focsani, Romania
*
Home | Italian.